Organizzazione : Bullet Journal la legenda e l’indice

Proseguiamo il nostro  viaggio nel sistema del Bullet Journal.

Se si è sempre usato un’agenda può risultare complicato, o strano, iniziare un Bujo. Questo perché, almeno nel mio caso, la struttura dell’agenda era come una linea guida, quindi nella sezione dei To do scivevo certe cose, il Planner era a parte, la wishlist aveva una sezione tutta sua e così via.

Per il Bullet non esiste uno schema le cose vanno scritte così come vengono, nella prima pagina bianca immediatamente disponibile. Ma alcuni punti è il caso di stabilirli per sfruttare al meglio il metodo.

Generalmente la prima pagina è dedicata ai simboli. Questi si dividono in 2 categorie:

Keys, sono quei simboli che hanno la funzione di identificare le voci della nostra lista.

I simboli standard sono:

● (per indicare le task)

O (per indicare gli appuntamenti)

– ( per le note)

Inutile dire che anche per quanto riguarda i simboli nulla vieta di dar spazio alla fantasia e alle proprie esigenze. Ecco un esempio di alcuni simboli che io utilizzo nel mio Bujo.Studio_20160201_174853

 

Questi simboli, inseriti nel nostro Planner,  ci consentiranno, con un colpo d’occhio, di sapere che tipo di attività abbiamo pianificato per quel giorno.

 

 

La seconda tipologia di simboli sono i Signifiers. Questi hanno la funzione di determinare lo stato delle  voci inserite nella nostra lista.

Anche di questi ne esistono una serie standard:

X ( che va posizionato sul ● , per indicare che quella cosa è stata fatta)

> (questa freccia verrà usata quando una certa attività non è stata svolta e quindi dovrà essere posticipata al giorno dopo)

< ( indica un’attività programmata)

* (indica una priorità )

! (Indica un’ispirazione)

un piccolo occhio serve a ricordarci di approfondire una determinata cosa.

Anche in questo caso possiamo scegliere i simboli che più preferiamo, ecco quali uso io.

20160201_180911

L’uso pratico di questi codici è molto semplice, ma facciamo un esempio.

Studio_20160201_182232

In questa foto ho stilato la lista di cose che per quel giorno avevo programmato.Studio_20160201_182646

In questa vediamo come i Signifiers vengono utilizzati. La mail, come vediamo, l’ho segnata come priorità questo vuol dire che è una cosa che devo fare assolutamente, magari perché è  una scadenza, quindi potrebbe essere la prima cosa che faccio quel giorno. L’appuntamento delle 10:00 è avvenuto per questo coloro il pallino, la sistemazione della soffitta verrà rimandata a domani e l’appunto del  compleanno della nonna è  messo in evidenza con un’asterisco così ogni volta che aprirò la pagina, non potrò dimenticare di fare gli auguri.

Un altro elemento importante nel sistema del Bullet Journal è l’indice. Infatti noi andremo a numerare ogni pagina e le daremo un titolo, che può essere semplicemente il giorno che stiamo pianificando in quella pagina. Non sempre è  chiaro in principio il potenziale dell’indice, ma andando avanti  con le pagine e inserendo sempre più  liste, ci si rende  conoto di quanto sia utile.

Studio_20160201_184507

 

Questo è il mio! Al metodo classico ho apportato una piccola modifica per agevolare la consultazione. In pratica scrivo in nero, o blu, le pagine dedicate alla pianificazione (mesile o settimanale) e in rosso tutte le altre.

Bene, nel prossimo post mi occuperò delle varie forme di pianificazione. Spero di essere stata chiara e che il post vi sia piaciuto.

Alla prossima 🙂

Annunci

2 thoughts on “Organizzazione : Bullet Journal la legenda e l’indice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...